Huawei Freebuds 5i alla prova: suono buono, funzionamento pessimo
Test del prodotto

Huawei Freebuds 5i alla prova: suono buono, funzionamento pessimo

Jan Johannsen
17/1/2023
Traduzione: Rebecca Vassella

Gli Huawei Freebuds 5i convincono per il buon suono e la forte cancellazione del rumore. Ma il funzionamento mi fa disperare.

Rispetto al modello precedente, i Freebuds 5i sono dotati di una maggiore cancellazione attiva del rumore e di una maggiore durata della batteria. Tuttavia, il funzionamento touch è stata una decisione sbagliata.

Huawei FreeBuds 5i (ANC, 6 h, Senza fili)
Cuffie
81,62

Huawei FreeBuds 5i

ANC, 6 h, Senza fili

Huawei FreeBuds 5i (ANC, 7.50 h, Senza fili)
Cuffie
84,95

Huawei FreeBuds 5i

ANC, 7.50 h, Senza fili

Huawei FreeBuds 5i (ANC, 7.50 h, Senza fili)
Cuffie
81,50

Huawei FreeBuds 5i

ANC, 7.50 h, Senza fili

Huawei FreeBuds 5i (ANC, 6 h, Senza fili)
81,62

Huawei FreeBuds 5i

ANC, 6 h, Senza fili

Huawei FreeBuds 5i (ANC, 7.50 h, Senza fili)
84,95

Huawei FreeBuds 5i

ANC, 7.50 h, Senza fili

Huawei FreeBuds 5i (ANC, 7.50 h, Senza fili)
81,50

Huawei FreeBuds 5i

ANC, 7.50 h, Senza fili

Più piccoli e più leggeri

Anche dal punto di vista visivo si nota un netto cambiamento rispetto ai predecessori, i Freebuds 4i. I Freebuds 5i si sono accorciati di sette millimetri e sono ora lunghi 29 millimetri. Un singolo auricolare pesa 4,9 grammi, rispetto ai 5,5 grammi del suo predecessore.

I Freebuds 5i si adattano comodamente e saldamente alle mie orecchie. Non mi preoccupa che possano cadere nella vita di tutti i giorni. Anche quando faccio esercizio fisico, non si allentano. E nemmeno un po' di sudore o di pioggia danneggia gli auricolari. Sono resistenti agli spruzzi d'acqua e certificati IP54. Sono dotati di gommini di tre misure che posso utilizzare per adattarli al mio orecchio.

La forma della custodia si adatta perfettamente alla mano.
La forma della custodia si adatta perfettamente alla mano.
Fonte: Jan Johannsen

Huawei dichiara una durata della batteria di 7,5 ore per i Freebuds 5i, la stessa dei suoi predecessori. Non ho mai tenuto gli auricolari nelle mie orecchie per un periodo così lungo. Tutto sommato, l'autonomia totale della batteria è di 28 ore – quella dei predecessori era di 22 – con la ricarica nella custodia. 15 minuti di ricarica tramite la porta USB-C dovrebbero essere sufficienti per quattro ore di ascolto di musica. Una ricarica completa della custodia e degli auricolari richiede quasi due ore.

Pronti per una qualità superiore a quella di un CD

I Freebuds 5i utilizzano il Bluetooth 5.2 per le connessioni wireless e supportano tre codec per la trasmissione: AAC, SBC e LDAC. Per SBC e AAC la velocità di trasmissione massima è 320 kbit/s, per LDAC 990 kbit/s.

Gli auricolari sono dotati di driver da 10 millimetri. L'«Adaptive Ear Matching» è stato progettato per adattare il suono a ciascun condotto uditivo. Questo avviene automaticamente e non può essere disattivato. Il risultato mi piace. I bassi sono potenti e rimbombano adeguatamente, per quanto possibile con auricolari così piccoli. I medi appaiono morbidi e gli alti puliti ed estesi. Mi sembra che siano ben coordinati e che non si coprano a vicenda. Le voci si sentono in modo distinto. Per me, non c'è alcuna differenza di suono rispetto ai più costosi Freebuds Pro 2.

Nell'orecchio, i Freebuds 5i sono confortevoli e hanno un buon suono.
Nell'orecchio, i Freebuds 5i sono confortevoli e hanno un buon suono.
Fonte: Jan Johannsen

La cancellazione attiva del rumore (ANC) è in grado di rendere l'ambiente fino a 42 decibel più silenzioso. Almeno in modalità Ultra. È possibile selezionare le modalità General e Cozy per ambienti più silenziosi tramite gli auricolari o l'app. La riduzione del rumore è di 30 e 25 decibel. L'idea di fondo è che se l'ANC lavora meno, consuma meno energia e la durata della batteria si estende.

La cancellazione attiva del rumore mi convince. Blocca completamente il rumore di fondo della città. Nelle strade rumorose, riduce il livello di rumore a tal punto che posso ascoltare podcast o musica allo stesso volume come a casa.

I Freebuds 5i si caricano nella custodia.
I Freebuds 5i si caricano nella custodia.
Fonte: Jan Johannsen

I Freebuds 5i sono anche alla pari con i più costosi Freebuds Pro 2 in termini di cancellazione del rumore. D'altra parte, noto degli svantaggi quando si effettuano telefonate. Non per me, ma per la persona con cui sto telefonando. Sulle strade principali rumorose, i microfoni e il software raggiungono i loro limiti. Con il telefono direttamente all'orecchio, mi è molto più facile comprendere la conversazione in un ambiente del genere che con gli auricolari. Nelle strade secondarie più tranquille o tra le proprie mura, invece, sono ottimi per parlare al telefono.

Alla ricerca del sensore tattile

Il suono dei Freebuds 5i è convincente, ma il funzionamento mi delude. Come il loro predecessore, gli auricolari rispondono al tatto. Ad esempio, se voglio mettere in pausa o avviare la riproduzione, devo toccare l'auricolare. Ma trovo difficile toccare il punto giusto con la giusta intensità. Funziona meglio con altri auricolari. Peggio ancora, non c'è alcun feedback per i miei input. Nessun suono, nessuna vibrazione, nessuna forma di conferma.

Il funzionamento avviene all'esterno tramite sensori – almeno questa è l'idea.
Il funzionamento avviene all'esterno tramite sensori – almeno questa è l'idea.
Fonte: Jan Johannsen

Dopo giorni di tentativi, mi arrendo, esasperato. D'ora in poi userò solo lo smartphone per controllare la riproduzione, passare al brano successivo o rispondere alle chiamate. Solo la regolazione del volume, muovendo il dito verso l'alto o verso il basso sull'auricolare, funziona senza problemi. Attendo con ansia la fine del test e altri auricolari.

Impostazioni più o meno utili nell'app

È possibile regolare alcune impostazioni dei Freebuds 5i tramite l'app AI Life di Huawei. Da aggiornamenti del firmware alla regolazione del controllo dei gesti, all'equalizzatore. Tuttavia, è rudimentale e prevede tre opzioni di selezione.

Alcune impressioni sull'app AI Life di Huawei collegata ai Freebuds 5i.
Alcune impressioni sull'app AI Life di Huawei collegata ai Freebuds 5i.
Fonte: Jan Johannsen

È inoltre possibile attivare il riconoscimento dell'utilizzatore nell'app. La musica si interrompe poi non appena si toglie uno degli auricolari dall'orecchio. Il test di adattamento nell'app è stato progettato per aiutare l'utente a verificare che i Freebuds si adattino correttamente.

Conclusione: non sono per me, nonostante il buon suono

Rispetto ai loro predecessori 4i, i Freebuds 5i di Huawei rappresentano un miglioramento. Grazie al loro buon suono e all'eccellente cancellazione del rumore, non vedevo l'ora di consigliarteli come alternativa economica ai Freebuds Pro 2.

Tuttavia, a causa dello scarso funzionamento del touch, le tue mani dovrebbero stare alla larga dai Freebuds 5i. Nonostante il buon suono, la forte cancellazione del rumore e la lunga durata della batteria.

Immagine di copertina: Jan Johannsen

A 8 persone piace questo articolo


User Avatar
User Avatar
Jan Johannsen
Content Development Editor
jan.johannsen@galaxus.de

Da ragazzo, mi sedevo sul divano del mio amico insieme a tutti i miei compagni di classe, giocando alla sua SuperNES. Ora invece, posso testare per voi tutte le nuove tecnologie. Inizialmente per Curved, Computer Bild e Netzwelt, e ora per Galaxus.de.


Potrebbero interessarti anche questi articoli

  • Skeleton Loader

  • Skeleton Loader

  • Skeleton Loader

Commenti

Avatar