"La linea: Perché l'ambiziosa città del futuro dell'Arabia Saudita non è l'ideale
Novità e trend

"La linea: Perché l'ambiziosa città del futuro dell'Arabia Saudita non è l'ideale

Spektrum der Wissenschaft
18/9/2023
Traduzione: tradotto automaticamente

L'Arabia Saudita vuole costruire una città di 170 chilometri nel deserto con il sensazionale progetto su larga scala "The Line". Da un punto di vista matematico, "The Circle" sarebbe più efficiente.

Nell'ottobre del 2022 sono iniziati i lavori di costruzione del megaprogetto "The Line", una città pianificata lunga 170 chilometri nel deserto dell'Arabia Saudita. Nove milioni di persone saranno ospitate in soli 34 chilometri quadrati, un'area paragonabile a quella di Hockenheim, che conta solo 21.000 abitanti. Questo obiettivo sarà raggiunto grazie a una pianificazione urbanistica unica nel suo genere: "The Line" consisterà in due lunghe file di grattacieli alti 500 metri che si fronteggeranno a una distanza di 200 metri, racchiudendo la città nel deserto come un muro. Anche la vita urbana sarà il più possibile sostenibile: Le automobili non troveranno posto nella città futuristica e l'intero approvvigionamento energetico sarà privo di emissioni.

In un articolo pubblicato su "Nature Partner Journal Urban Sustainability" nel giugno 2023, il matematico Rafael Prieto-Curiel e il fisico Dániel Kondor del Complexity Science Hub di Vienna sostengono che "La linea" non è particolarmente sostenibile da un punto di vista matematico. "Una linea è la forma meno efficiente per una città", afferma Prieto-Curiel in un comunicato stampa. "C'è un motivo per cui l'umanità ha costruito 50.000 città che sono tutte in qualche modo rotonde."

Il problema principale della forma geometrica scelta è rappresentato dalle enormi distanze: Se si scelgono a caso due persone all'interno della città progettata, queste distano in media 57 chilometri l'una dall'altra, come hanno calcolato Prieto-Curiel e Kondor. Per fare un paragone: nella metropoli sudafricana di Johannesburg (che ha un numero di abitanti nella regione metropolitana simile a quello che avrà "The Line" in futuro, ma si estende per 3357 chilometri quadrati), due persone si trovano in media a soli 33 chilometri di distanza.

La smart city prevista «The Line»: La città prevista »The Line« sarà costruita nella regione saudita di Neom. I lavori di costruzione sono iniziati nell'ottobre 2022.
La smart city prevista «The Line»: La città prevista »The Line« sarà costruita nella regione saudita di Neom. I lavori di costruzione sono iniziati nell'ottobre 2022.
Fonte: Shutterstock / Peter Hermes Furian

Il problema della mobilità di "The Line" dovrebbe essere risolto con un treno ad alta velocità. Tuttavia, questo treno avrebbe bisogno di circa 86 stazioni, in modo che tutti abbiano una fermata a portata di mano. Le numerose fermate allungano i tempi di percorrenza e un treno non può raggiungere le velocità desiderate in questo modo. Prieto-Curiel e Kondor calcolano che, a causa delle numerose fermate, una persona impiegherebbe in media più di 60 minuti per raggiungere la propria destinazione.

Il vantaggio delle città bidimensionali

Secondo i due ricercatori, una soluzione molto più efficiente è ovvia: "The Circle". Se i grattacieli previsti da "The Line" fossero disposti all'interno di un'area circolare, il problema delle lunghe distanze sarebbe risolto. Un cerchio con la stessa area di "The Line" (34 chilometri quadrati) ha un diametro di soli 6,6 chilometri. Due persone scelte a caso avrebbero quindi una distanza media di 2,9 chilometri tra loro. Un treno ad alta velocità non sarebbe affatto necessario, in quanto tutto è teoricamente raggiungibile a piedi. Sarebbero sufficienti alcune linee di autobus e biciclette aggiuntive. La forma circolare della città sarebbe meno appariscente, ma comunque "molto desiderabile in quanto riduce le distanze di pendolarismo e l'energia necessaria per il trasporto", scrivono Prieto-Curiel e Kondor.

La ragione principale del vantaggio è che un'area circolare è bidimensionale da un punto di vista matematico, mentre una linea è monodimensionale. In una dimensione, il numero di luoghi raggiungibili cresce linearmente con la distanza che sei disposto a percorrere, mentre in due dimensioni il numero aumenta con il quadrato della distanza. Inoltre, le strutture monodimensionali sono molto più vulnerabili di quelle in dimensioni superiori. Se, ad esempio, scoppia un incendio da qualche parte all'interno della "Linea", migliaia di persone sono immediatamente tagliate fuori da gran parte della città. Almeno il progetto sta facendo discutere le persone sulle forme urbane, dice Prieto-Curiel, "e questo è immensamente importante, perché le città stanno crescendo, soprattutto in Africa".

Spettro della scienza

Siamo partner di Spektrum der Wissenschaft e vogliamo rendere le informazioni fondate più accessibili a te. Segui Spektrum der Wissenschaft se ti piacciono gli articoli.


Immagine di copertina: Shutterstock / Corona Borealis Studio

A 88 persone piace questo articolo


User AvatarUser Avatar
Spektrum der Wissenschaft
Wissenschaft aus erster Hand

Gli esperti della scienza e della ricerca riferiscono sulle ultime scoperte nei loro campi – competenti, autentiche e comprensibili.


Potrebbero interessarti anche questi articoli

Commenti

Avatar